Vi piace viaggiare?

Presumo di si, quindi conoscerete perfettamente quella sensazione che si prova, al momento di lasciare la meta del viaggio, per tornare a casa.

Non soltanto di non poter più riempire i vostri occhi e la vostra anima di posti che sono stati scelti per le vacanze, ma anche per l’impossibilità di poter gustare piatti tipici del luogo, con i loro profumi e sapori inimitabili.

Oggi voglio parlarvi del Brandacujun.

Un nome curioso vero?
Ho sicuramente stuzzicato la vostra curiosità culinaria, ed è per questo che voglio farvi fare un viaggio attraverso un grande classico dalla Riviera Ligure.

Partiamo dalla storia del suo nome: su di esso si raccontano parecchie leggende, tra le tante quella che la prima parte del nome Branda, derivi dal verbo provenzale “brandare” cioè scuotere.

La seconda ha diverse storie al suo seguito: pare che la più gettonata sia quella che lo scuotere la pentola fosse affidato al “cujun” del gruppo, cioè al meno furbo della famiglia, perché non era in grado di fare null’altro.

Nome bizzarro e significato altrettanto insolito!

Sta di fatto che questo piatto, rimarrà tra i vostri preferiti, non appena avrete avuto il piacere di farlo incontrare con le vostre papille gustative.

Conosciuto come stoccafisso mantecato alla ligure, è un piatto tipico della nostra riviera.

Lo stoccafisso o più raramente il baccalà e le patate lesse, vengono condite con olio extravergine di olive taggiasche.

Questo antipasto, a base di materie prime eccellenti e di qualità, tipici della tradizione gastronomica ligure, saprà soddisfare anche il palato più esigente.

Quando i suoi ingredienti saranno mischiati magistralmente tra di loro, il Brandacujun diventerà il vostro piatto preferito.

Il miglior vino da abbinare a questo antipasto è un Pigato o un Vermentino.

Pigato o Vermentino per Brandacujun

Serviti freddi, accompagneranno piacevolmente il vostro pranzo.

A pochi metri dall’Hotel Sasso, in pieno centro storico di Diano, potrai trovare questa specialità servita seconda le antiche tradizioni.

Il nostro bel paese è conosciuto nel mondo per la bellezza della natura e delle sue opere architettoniche, ma ha un posto in cima alla classifica anche per la parte culinaria.